Oggi è martedì 9 Agosto - 2022

Promozione e tutela della salute, Filippo Anelli: “Contrastare le ‘Fake News’ per una comunicazione affidabile”

martedì 26 Aprile - 2022 | di Redazione | Telemedicina

Carissimo Toti, cari Presidenti, cari Colleghi, gentilissimi Ospiti,
sono estremamente rammaricato di non poter essere oggi fisicamente qui con voi alla presentazione delle vostre ragguardevoli iniziative.

La nascita di una nuova testata è sempre una buona notizia. Ancor migliore se questo giornale si propone di dare voce ai professionisti della Salute, tramite i loro Enti esponenziali, gli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. Altrettanto importante l’istituzione di un Osservatorio regionale su comunicazione ed
economia in sanità.

Una comunicazione affidabile, accurata, trasparente, efficace, esaustiva e tempestiva è uno degli strumenti principali di promozione e tutela della salute. Comunicare in modo onesto, ciò che sappiamo, ciò che non sappiamo, ciò che stiamo studiando, contrastare le fake news, può fare la differenza, soprattutto in una situazione di crisi sanitaria quale quella che abbiamo vissuto e stiamo vivendo. È questa una delle lezioni che abbiamo appreso nel corso di una pandemia che, come ha recentemente ed efficacemente ricordato il Ministro della Salute Roberto Speranza, ci ha visto fare i conti anche con il virus della disinformazione.

L’informazione sanitaria è compito importante e allo stesso tempo complesso e assai delicato. Gli aspetti che toccano questo tema coinvolgono, insieme alle questioni scientifiche e della salute in senso stretto, anche problematiche economiche, finanziarie, del diritto, etiche, bioetiche, ambientali, oltre che la qualità dei servizi e più in generale tutto il sistema delle relazioni sociali.

La garanzia della correttezza e della completezza dell’insieme delle notizie, commenti, approfondimenti, servizi – e quant’altro arriva all’utente come frutto di una comunicazione presumibilmente affidabile e controllata – diviene quindi determinante, anzi è considerata dall’Organizzazione mondiale della Sanità come una delle strategie fondamentali per la promozione della Salute. Strategia che, al tempo del web 2.0 e 3.0, deve diventare sempre più multidirezionale, sfruttando i nuovi media come veicolo di buona informazione e arginando il dilagare ‘virale’ delle false notizie.

Così come determinante è che il mondo dell’informazione e quello della sanità dialoghino per non innescare corti circuiti sensazionalistici a tutto danno del paziente e del cittadino. A volte, invece, proprio per un dialogo disfunzionale tra questi due mondi, all’utente arriva una comunicazione frammentata, distonica, disorientante.  E, in questo contesto, a vincere sono spesso le “fake news”, le “bufale” che si diffondono come vere e proprie malattie, in maniera, appunto, “virale”.

Complimenti dunque per queste iniziative, che vanno nel senso raccomandato dalla stessa Oms nella Carta di Ottawa sulla promozione della Salute, vista come il processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarla. Di conseguenza, la promozione della salute non è responsabilità esclusiva del settore sanitario e necessita di azioni sinergiche e intersettoriali con altri ambiti sociali.

La comunicazione deve sempre più diventare strumento per raggiungere obiettivi di salute: in questo senso la FNOMCeO vuole modificare il codice di Deontologia Medica. E questi obiettivi, indicati dai medici, vanno condivisi anche con attori esterni, del mondo dell’informazione, dell’economia, della scienza. Se condividiamo gli obiettivi il numero delle fake news probabilmente diminuisce e, soprattutto, diventiamo efficaci per far stare bene le persone.

Tutti noi dobbiamo mettere al primo posto gli interessi di carattere generale, quale è la salute, che la nostra Costituzione definisce quale fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività.
A tutti voi buon lavoro

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

mercoledì 20 Luglio – 2022

Università di Catania, selezione per la chiamata di un professore di seconda fascia

mercoledì 20 Luglio – 2022

Bando dipartimento salute mentale Asp Siracusa

mercoledì 6 Luglio – 2022

Asp Agrigento, stabilizzazione del personale precario

martedì 5 Luglio – 2022

Sanità, siglato nuovo Accordo Regionale per i medici del 118