Oggi è sabato 1 Ottobre - 2022

“PerdutaMente”: ad Agrigento Paolo Ruffini parla di Alzheimer

lunedì 12 Settembre - 2022 | di Giorgia Görner Enrile | Categorie: Articoli, News ed eventi
Perdutamente, Ruffini docufilm

Per la giornata mondiale dell’Alzheimer, Paulo Ruffini approda ad Agrigento.

Il 24 settembre, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento si accinge a celebrare la giornata con “La malattia di Alzheimer… un ciak sul paziente fragile” e il noto attore e conduttore televisivo presenterà il docufilmPerdutaMENTE al teatro Pirandello.

Il morbo di Alzheimer è una malattia neurodegenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale, determinando decadimento fisico e cognitivo, perdita della memoria, della coscienza e della percezione del sé e della realtà.

Nel docu-film Paolo Ruffini attraversa l’Italia per immergersi nella quotidianità di alcune persone affette da Alzheimer e delle loro famiglie, definite “seconde vittime”, in quanto si trovano ad affrontare un carico fisico ed emotivo enorme accompagnando i propri cari attraverso il doloroso cammino della malattia.

Le interviste di Ruffini raccontano diverse storie d’amore, e soprattutto diverse dimensioni dell’amore: quello tra compagni di vita, tra genitori e figli, tra nonni e nipoti, tra fratelli e sorelle. Mentre la memoria della realtà viene progressivamente sgretolata dalla malattia, resta la memoria emotiva, che rappresenta l’unico legame che i pazienti conservano con la vita che li circonda.

PerdutaMente è diretto e prodotto dallo stesso Ruffini, affiancato da Ivana Di Biase nella regia e da Nicola Nocella per Vera Film nella produzione, insieme a WellSee, in collaborazione con la Fondazione Polli Stoppani e con il contributo di Roberto Cavalli.

La kermesse di sabato 24 settembre sarà preceduta mercoledì 21 da un’iniziativa di profondo valore evocativo e terapeutico. Diversi pazienti, infatti,  saranno accompagnata da un’equipe di operatori attraverso un percorso multisensoriale all’interno della Valle dei Templi intitolato “La passeggiata dei ricordi”.

Il contatto con l’ambiente fungerà da terapia non farmacologica per i pazienti contribuendo a rallentare il declino cognitivo e funzionale causato dalla malattia.

Entrambe le iniziative sono ideate dalla dottoressa Liana Gucciardino del Centro disturbi cognitivi e demenze ASP.

Sicilia Medica

Tivù

Parola

d’impresa

venerdì 30 Settembre – 2022

Ugl salute: Antonio La Porta è il nuovo coordinatore provinciale di Palermo dei biologi

venerdì 30 Settembre – 2022

ilSicilia.it apre le porte ad aspiranti Grafici e Web Designer: come partecipare

venerdì 23 Settembre – 2022

Palermo, successo all’Ingrassia per un delicato intervento ad auricola sinistra su paziente 70enne

lunedì 19 Settembre – 2022

Asp Messina cerca direttori di struttura complessa: indetti quattro bandi